I giorni del Cervo bianco – Maurizio Donte

9158_415252551920454_2103468458_n

Vorrei tu fossi qui

Vorrei tu fossi qui, presso la speranza
che ho disegnato in cuore:
sovente t’ho cercata lungo i filari
della mia esistenza.
I muri posti dal vivere,
gli incroci delle strade,
mi hanno nascosto ai tuoi occhi.
Ho vissuto nell’ombra
di un amore che mai
sarà possibile
e affido al vento le mie sorti.
Tenue filo d’Arianna,
dipanato come da un lungo velo,
intessuto di parole che mai
ho voluto dirti.
Seguo la tua esistenza da lontano,
come se questo potesse,
in qualche modo, influire:
è un sottile diaframma,
legato all’impossibile.
Amaro sorriso.
Contemplo le fonti
presso cui adoro soffrire.

(Testo non presente nell’antologia “Cervo bianco”)