La bellezza del nero – Daniela Muti

la-bellezza-del-nero-6733

Meditazioni liriche composte, eppure serrate e intense: questa la prima definizione possibile per i nuovi versi di Daniela Muti, versi che vengono a comporre La bellezza del nero.
Si tratta in effetti di un libro molto coerente e unitario, diviso in frammenti autonomi, ma che pure appaiono come strenuamente collegati tra di loro da una necessità forte, da un filo sotterraneo, dal bisogno evidente in questa poesia di continuare una ricerca, ancorché molto ardua, di possibile senso nel “misterioso scorrimento” della vita. Una poesia, perciò, di pensiero e immagini, ma soprattutto di forte connotazione esistenziale, che ascolta il bisbiglio costante della morte, a volte con trepidazione, ma che non manca di cogliere, di cercare, quasi senza sosta, nuovi spiragli di luce a cui legarsi, magari provvisoriamente, come provvisorio, lo sappiamo fin troppo bene, è il nostro esserci, il nostro essere qui.

dalla presentazione di Maurizio Cucchi

Link diretto alla scheda del libro